Ai Medici della FIMMG di Treviso

Loro Sedi


    Notiz. 7 Prot. N° 323 / 4 giugno 2013

    Sito FIMMG Treviso web <www.fimmgtv.org>


  1. INTESA REGIONALE

Come già anticipato, venerdì 31 maggio abbiamo firmato, assieme a tutti i Sindacati delle Medicina Convenzionata, un'intesa con la Regione. Non è stato facile a causa di alcuni atteggiamenti anti-MG che si erano palesati negli ultimi tempi e ci avevano portato alla pubblica denuncia dell'incoerenza della Regione. Questa intesa riguarda:

  • la conferma dello 0,81 per gli obblighi derivanti dalla partecipazione alle attività delle AFT;

  • la proroga dei Patti aziendali in vigore fino all'approvazione del nuovo “contratto di esercizio tipo”;

  • la possibilità di attivare nuove Medicine in Rete e di Gruppo;

  • la disciplina del “contratto di esercizio tipo” per le Medicine di Gruppo Integrate, per le Medicine di gruppo e le Reti;

  • la riclassificazione delle UTAP in Medicine di Gruppo Integrate, a parziale modifica ed integrazione della DGR 2864/28.12.2012;

  • il pagamento della Rete in 6 euro (4,70 per indennità contrattuale e 1,30 per produttività) e dei Patti aziendali 4,45 euro/assistito/anno (quota A di 3,10 + quota B di 1,35) a modifica ed integrazione della DGR 2864/28.12.2012;

  • l'informatizzazione col riconoscimento per l'obbligo di invio dei flussi informatici di euro 230,00 + ENPAM (10,375%) al mese (comprensivo dell'attuale indennità informatica nazionale di 77,47 euro) a decorrere dal 01/01/2013 e fino al 31/12/2015; detto contributo sarà mantenuto anche nel caso in cui il nuovo ACN non preveda alcuna indennità informatica;

  • l'impegno delle Aziende ULSS per l'informatizzazione della CA e dei SAI.


  1. La compilazione del DVR per i medici nei cui studi opera personale dipendente

Compilare il DVR o l'aggiornamento della semplice autocertificazione precedentemente redatta entro il 31 maggio; su http://www.fimmg.org/index.php?action=indexEdit&p=1077 le istruzioni e il modello di base da compilare, far convalidare e conservare presso lo studio del medico.


  1. Gli attestati dei Corsi on line di “formazione per addetti

al primo soccorso”, “rappresentante dei lavoratori per la sicurezza”, addetti all'emergenza e all'antincediosono disponibili in sede, previo appuntamento.


  1. FIMMG TV 111

Questo numero di FIMMG TV non viene spedito per posta ma solo per mail, in quanto è interamente dedicato alla modulistica necessaria in caso di malattia o infortunio del MMG; quindi necessita di lettura solo in caso di bisogno. Tutti i numeri di FIMMG TV editi fino ad oggi sono reperibili sul nostro sito <www.fimmgtv.org> cliccando su “Bimestrale FIMMG TV”.


  1. Le ore di volo totali incidono sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV)

Un tempo di volo aereo cumulativo >12 ore in 28 giorni è associato al medesimo rischio di TEV di un solo volo a lungo raggio (>4h). Questa relazione è valida nelle 4 settimane successive e scompare dopo 12 settimane, suggerendo che la relazione tra il volo e il TEV sia temporanea e con tutta probabilità causale. Uno studio caso-controllo condotto in ambulatori di MG di Londra, ha coinvolto 550 pazienti con TEV e come controlli 1.971 individui corrispondenti per età e genere senza TEV; tutti hanno compilato un questionario sul loro ricorso a voli aerei. Rispetto a chi non prendeva l'aereo, quanti dichiaravano un tempo cumulativo di volo >12h nel corso delle 4 settimane precedenti presentavano un aumento del rischio di Tev di 2,75 volte. Quanti avevano volato >4h in un solo viaggio, sempre durante le 4 sett. precedenti, mostravano un rischio di Tev incrementato in misura di 2,20 volte. Tali rischi non erano ulteriormente evidenti dopo 12 sett. ed erano simili a quelli della chirurgia minore o ambulatoriale; ad es. gli interventi chirurgici a rischio moderato o alto si associano ad aumenti del rischio di Tev, rispettivamente, di 30 e 140 volte nelle 4 sett. successive. I soggetti con rischio di base più elevato per interventi chirurgici, precedenti episodi di Tev od obesità, sono risultati ulteriormente più a rischio dal ricorso a viaggi aerei.


  1. Diabete al 1° posto in complessità per i MMG

Per i MMG degli Usa circa un quarto degli assistiti è considerato paziente complesso. Un diabete scompensato (glicata >9%) è ritenuto uno dei maggiori predittori indipendenti di complessità, più dell'uso degli antipsicotici, dell'alcoolismo o di una inadeguata assicurazione sanitaria. Lo studio, effettuato da ricercatori di Boston, che ha coinvolto 40 MMG, ha evidenziato anche come le malattie mentali e l'uso di sostanze siano identificati come i problemi principali nei pazienti complessi più giovani, mentre il decision making clinico e il coordinamento delle cure rappresentano i problemi maggiori nei soggetti più anziani. In questo studio, il dato eclatante è la posizione del diabete scompensato in testa alla classifica delle condizioni ritenute a maggiore complessità dal MMG. Questo colpisce soprattutto pensando che questa malattia richiede notevoli risorse, umane e di tempo; è fondamentale l'educazione terapeutica e la gestione comune del paziente tra specialista e medico di famiglia.

Cordiali saluti

IL SEGRETARIO PROVINCIALE

Dott. Brunello Gorini


La presente lettera contiene informazioni di carattere confidenziale rivolte esclusivamente agli iscritti della FIMMG di Treviso. Uso e/o diffusione e/o distribuzione e/o riproduzione da parte di qualsiasi soggetto sono vietati e saranno perseguiti ai termini di legge.