Canale dei Buranelli

Palazzo dei Trecento in Piazza dei Signori

Cascata al Ponte di San Martino

Sezione Provinciale di Treviso

31100 Treviso, Via Montebelluna 2 - 0422 405095 - brunellogorini@fimmg.org

Ai Medici della FIMMG di Treviso
Loro Sedi

NOTIZIARIO FIMMG TV N° 18

Notiz. 18 Prot. N° 1003  / 25 ottobre 2011
Sito FIMMG Treviso web <www.fimmgtv.org>


Rinnovo Consiglio dell'Ordine dei Medici
  • sabato 12 novembre ore 9 - 20
  • domenica 13 novembre ore 9 - 13
  • lunedì 14 novembre ore 9-20
ULSS 9 e VAI con ATLAS
La ULSS 9 anche quest'anno fa confusione per la rendicontazione delle vaccinazioni antinfluenzali. Proprio per rendere agevole e semplice questa rendicontazione è disponibile per i medici un software costruito ad hoc da Atlas. Già disponibile gratuitamente per gli iscritti FIMMG di Treviso.

Tavolo tecnico permanente dell'Ordine
Si è riunito ieri sera il tavolo che abbiamo richiesto all'Ordine per discutere alcune problematiche della Categoria con valenza ordinistica.
  1. Si è discusso subito sulla certificazione di malattia che è dovuta da parte di qualsiasi medico (cartacea o informatizzata) concludendo di valutare entro la fine dell'anno se, come ci viene segnalato, il PS referti senza la prognosi. Il Direttore sanitario dott. Faronato si è dichiarato disponibile a vedere insieme tutte le problematiche sistematiche che dovessero emergere.
  2. Abbiamo chiesto che siano resi visibili ai MMG gli elenchi dei medici titolari dell'uso del ricettario perché provvedano direttamente a richiedere quanto necessario per risolvere il quesito clinico; infatti la Regione ha tolto il ricettario a tutti i medici salvo dipendenti e convenzionati escludendo i medici che lavorano in Strutture convenzionate e/o accreditate (S. Camillo, Giovanni XXIII, Villa Napoleon, ORAS) e i medici dipendenti in libera professione.
  3. Si sono analizzate le circolari regionali del 23 agosto e del 3 ottobre 2011 che chiariscono che il MMG è responsabile di quanto prescrive; ogni medico che decide il percorso è obbligato dalla legge n 229/1999 art 15 e n 326 art 50 del 2003 a prescrivere direttamente non demandando ad altri;
    esiste il libero accesso (senza richiesta del medico curante) alle specialità di: odontoiatria, ostetricia e ginecologia, pediatria, psichiatria, oculistica (limitatamente alla misurazione della vista ed eventuale prescrizione di occhiali) e ai servizi di prevenzione e consultoriali.
  4. Abbiamo chiesto la messa in sicurezza delle sedi di CA di tutta la provincia. I 3 Direttori sanitari hanno convenuto sulla necessità di risolvere al meglio il problema e con celerità.

Siamo fiduciosi sulla sincerità delle risposte, ma vigileremo

Quando l'IVA sui certificati
Tutti i certificati medici soggiaciono al pagamento dell'IVA (dal 17 settembre aumentata al 21%) sono esenti solo i certificati che hanno come finalità la tutela della salute del paziente (ad es. sportivo, infortunio) o della società (ad es. patente, porto d'armi).
Il certificato per invalidità se richiesto per una rendita è con IVA, se ai fini di una protesi è esente IVA.

Corsi di Inglese e di Spagnolo
Iniziano il 28 novembre 2011 dalle 19.30-21.00 il corso di inglese e il corso spagnolo.
INFO: 0422 405095 o brunellogorini@fimmg.org

Psicologia Medica e Gruppo operativo 2012
Inizia in gennaio 2012, il corso “Psicologia Medica e Gruppo Operativo” rivolto a medici, indipendentemente dalla specialità esercitata, anzi l'eterogenicità del gruppo è garanzia per una migliore produttività, in sede FIMMG Treviso, via Montebelluna 2. Crediti ECM richiesti.

Responsabile Scientifico e docente: Dott.ssa maria Gabriella Sartori mgsartori@tiscali.it
INFO: 0422 405095 o brunellogorini@fimmg.org

ULSS 9: Il malato cronico in palestra certificata
venerdì 21 ottobre è stato presentato il progetto “Il malato cronico in palestra certificata” del Dipartimento di prevenzione dell'ULSS 9: nelle palestre e nei centri fitness aderenti al progetto sono stati formati istruttori per tradurre in attività pratica le indicazioni del medico sportivo in relazione alla patologia di base. Riportiamo l'elenco delle palestre secondo il Comune di ubicazione:
  • Carbonera: Meta Acqua
  • Oderzo: Meccaniche Celesti, Palestra Fly
  • Paese: Vitanova
  • Ponte di Piave: Studio V Wellness
  • Ponzano Veneto:  Palestra Meanphis
  • Preganziol: Palestre Stile Libero
  • Quinto di Treviso: Quinto Senso
  • San Biagio di Callalta: Formula Club
  • San Polo di Piave: Salus
  • Silea: Postural Projet
  • Spresiano: Fitfarm
  • Treviso: Academy Fit Club, Five Club, Ismerian, Isola, Palestra De Ferrari
  • Villorba: Centro di Medicina.
Codice esenzione per le gravide
Contrariamente da quanto chiesto da qualche Direttore di Distretto si deve riportare il codice di esenzione per gravidanza del momento in cui l'impegnativa è stata compilata (anche se settimane o mesi prima) purché siano riportati:
  • la data dell'ultima mestruazione
  • il periodo in cui tale esame dovrà essere effettuato.
Continuano le tentate truffe ai nostri danni
Questa volta è il fantomatico “Registro del mercato nazionale” che con la scusa della rilevazione dei dati commerciali cerca di far firmare un documento che comporta il pagamento di 127 euro l'anno x 3 anni. Si invita a rispedire per posta la sola busta vuota e a cestinare la richiesta.

Convegno "the IJPC Conferences - 2nd Geriatrics in Primary Care- Cure Primarie e Paziente Anziano"
Venezia 11/12 novembre 2011

Corso di aggiornamento di Chirurgia Plastica
presso l'Ordine dei Medici di Treviso
Martedì 25 Ottobre  2011  ore 19.30 - 22:30

Moderatori: P.Favero, G.Berna:
  • La ricostruzione della palpebra - La blefaroplastica (P.C.Parodi)
  • Il parere dell’Oculista (E.Daniotti)
  • Il ringiovanimento del volto (A.Casadei)
  • La rinoplastica (A.Scattolin).
Visita fiscale e variazione di domicilio
Il datore di lavoro sanzionava la dipendente con richiamo e diffida comminando anche la decadenza dal trattamento economico per il periodo di malattia, in relazione alla presunta mancata denuncia di variazione di domicilio o comunque per la comunicazione di domicilio errato che avrebbero impedito il controllo del medico fiscale mancando sufficienti indicazioni per reperire il lavoratore. Nella causa veniva denunciata la disorganizzazione interna degli  uffici e, in particolare, la non corretta comunicazione tra quello in cui la ricorrente prestava servizio e l'ufficio del personale.
Il Consiglio di Stato, ha affermato che una volta che il dipendente abbia inviato il certificato di malattia all'Ufficio di appartenenza, il quale conosce esattamente l'indirizzo ove effettuare l'eventuale visita fiscale, riscontrabile nell'apposito
schedario, non incombe sul lavoratore altro onere, restando a carico di detto Ufficio ogni incombente necessario perché siano svolti gli accertamenti sanitari previsti dalla legge. Consiglio di Stato.

Assicurazione sulla vita: non c'è reticenza sui sintomi ambigui
Una compagnia assicuratrice rifiutava di effettuare il pagamento di un indennizzo assicurativo dovuto ai superstiti in forza di una polizza assicurativa sulla vita stipulata dal loro congiunto, e ciò, sull'assunto che l'assicurato al momento della stipula avrebbe taciuto di essere portatore di una grave patologia che, in breve tempo ne avrebbe cagionato la morte. Ai fini della colpa grave o del dolo da rinvenirsi in un contratto di assicurazione sulla vita, in presenza di sintomi ambigui e non specifici, stante la genericità degli stessi, non integra affatto dolosa reticenza né comportamento gravemente colposo il fatto che l'assicurato non abbia, al momento della stipula della polizza-vita, dichiarato la esistenza di quei sintomi cui i medici hanno dato rilievo
aspecifico e tranquillizzante, qualora questi sintomi, aggravatisi, risultino, attraverso successive indagini strumentali o di altra natura, premonitori di una vera e propria malattia, che, data la sua insidiosità, può essere acclarata solo con specifico esame, secondo la  valutazione della situazione che il paziente presenta. La Corte di Cassazione Civile ha confermato la sentenza di condanna a carico della società assicuratrice.

Il metodo del colloquio è vera e propria terapia
Non può ritenersi che il metodo "del colloquio" non rientri in una vera e propria forma di terapia, tipico atto della professione medica, di guisa che non v'è dubbio che tale metodica, collegata funzionalmente alla psicoanalisi, rappresenti un'attività diretta alla guarigione da  vere e proprie malattie (ad es. l'anoressia) il che la inquadra nella professione medica, con conseguente configurabilità del contestato reato ex art. 348 c.p. in carenza delle condizioni legittimanti tale professione.
Corte di cassazione penale

Meno fratture in anziane con esercizi intensi
Programmi di attività fisica, svolti in maniera intensa e per lunghi periodi, riducono in misura maggiore, rispetto alla pratica di esercizi standard, l'incidenza di fratture e cadute in donne anziane.
Uno studio ha inoltre ribadito che questi benefici non producono alcun aumento dei costi. L'indagine, condotta in Germania tra maggio 2005 e luglio 2008, ha riguardato 246 donne di età pari o superiore a 65 anni. In particolare, la randomizzazione ha previsto un programma di 18 mesi, incentrato su esercizi di elevata intensità (gruppo attivo) oppure wellness basato su attività fisica poco intensa e frequente (gruppo controllo). Al termine del trial, sono stati osservati maggiori vantaggi, nel gruppo attivo rispetto a quello controllo, in termini di aumento della densità minerale ossea (1,77% vs 0,33%, per il tratto lombare della colonna vertebrale; 1,01% vs - 1,05%, per il collo femorale; rispettivamente) e di riduzione dell'incidenza di cadute per persona (1,00 vs 1,66; rispettivamente).
Praticare attività fisica ha, inoltre, abbassato il rischio di sviluppo a 10 anni di malattie  cardiovascolari, ma senza significative differenze tra i due gruppi (-1,96% vs -1,15%, rispettivamente).
Archives of Internal Medicine.

L'Agenzia delle Entrate potrà sospendere il professionista
L'Agenzia delle Entrate potrà sospendere il professionista dall'albo di appartenenza nel caso in cui gli venga scoperta la mancata emissione di 4 fatture nell'arco di un quinquennio. Questa misura è stata introdotta con la manovra di ferragosto (articolo 2, comma 5, del Dl 138/2011 convertito dalla legge 148/2011).


Comunicate sempre il cambio di indirizzo o la nuova casella di posta elettronica
scrivendo a FIMMG via Montebelluna 2, 31100 Treviso - fax 0422.405095
mail brunellogorini@fimmg.org


Cordiali saluti
IL SEGRETARIO PROVINCIALE
Dott. Brunello Gorini



--
E' un servizio FIMMG Treviso

La presente lettera contiene informazioni di carattere confidenziale
rivolte esclusivamente agli iscritti della FIMMG di Treviso. Uso e/o
diffusione e/o distribuzione e/o riproduzione da parte di qualsiasi
soggetto sono vietati e saranno perseguiti ai termini di legge.