Ai Medici della FIMMG di Treviso

Loro Sedi


Notiziario 16

Prot. 666 / novembre 2013

Sito FIMMG Treviso web <www.fimmgtv.org>




  1. La campagna vaccinale antinfluenzale inizia il 13 novembre


  1. Assemblea straordinaria martedì 12 novembre alle ore 21 in sede. Odg:

  • Stato di agitazione di FIMMG Veneto

  • Sospensione a tempo indeterminato di ogni rapporto di collaborazione con le ULSS

Tutti i MMG che, a qualsiasi titolo, sono componenti di Commissioni, Gruppi di lavoro o qualsiasi altro tipo di rapporto di collaborazione, sono invitati ad interromperne la partecipazione, fino a comunicazione contraria.

  • Varie ed eventuali. Sarà disponibile il manifesto da affiggere in tutte le sale d’attesa .


  1. Si richiama il rispetto del tariffario, soprattutto in questo periodo di difficoltà generale. Giungono con una certa frequenza proteste per il costo di alcune certificazioni ben differenti dal nostro tariffario. Si ricorda che in caso di contenzioso il medico deve essere in grado di giustificare la tariffa richiesta.


  1. Dal 29 Novembre al 1 Dicembre 2013 si svolgerà a Rimini II Congresso Nazionale "Corte di giustizia popolare per il diritto alla Salute" organizzato da Federanziani in collaborazione con Fimmg. I MMG interessati a partecipare possono scaricare dal sito nazionale la scheda di partecipazione. Per info: AIM GROUP numero skype 06.33053313 o mail cortegiustizia2013@aimgroup.eu>


  1. Attenzione: il personale di studio non può per nessuna ragione firmare le ricette


  1. Attenzione: i certificati di malattia per i militari, Forze dell'Ordine vanno redatti in cartaceo e non devono essere inviati telematicamente all'INPS

     

  2. Esercizio abusivo della professione

Esercizio abusivo della professione è, non solo il compimento senza titolo, anche se posto in essere occasionalmente e gratuitamente, di atti da ritenere attribuiti in via esclusiva a una determinata categoria professionale, ma anche il compimento senza titolo di atti che, pur non attribuiti singolarmente in via esclusiva, siano univocamente individuati come di competenza specifica di una data professione, allorché lo stesso compimento venga realizzato con modalità tali, per continuità, onerosità e organizzazione, da creare, in assenza di chiare indicazioni diverse, le oggettive apparenze di un'attività professionale svolta da un soggetto regolarmente abilitato. La Cassazione ha rigettato il ricorso proposto dall'imputato, assolto dal Tribunale di Taranto ma poi condannato in appello per esercizio abusivo della professione di medico psichiatra, oppure di psicologo, psicoterapeuta, e psicoanalista pur se sprovvisto dell'apposita abilitazione dello Stato e finanche di laurea valida in Italia. La Suprema Corte, ricostruendo le sostanziali differenze tra i profili dello psicologo e del sociologo, ha posto fine a una complessa vicenda in cui, tra gli altri aspetti, uno degli assunti difensivi dell'imputato e che egli non avrebbe agito come medico, bensì come "sociologo clinico specializzato in socioanalisi", branca specialistica della sociologia e non sarebbe intervenuto su malattie escludendo che la balbuzie e la depressione dovessero qualificarsi come tali.

     

  1. Commissione Tributaria Regionale Lombardia: Sentenza 78/22.3.13, depositata 17.6.13

Il MMG è un lavoratore parasubordinato pubblico inserito in un SSN, sfornito di una organizzazione autonoma, quindi non assoggettabile all’imposta regionale sulle attività produttive. Da questa sentenza deriva un diritto generalizzato al rimborso di quanto versato a titolo di IRAP. La controversia è scaturita dal silenzio-rifiuto sulle istanze di rimborso IRAP inoltrate da un MMG per gli anni 2000-2009. La Commissione Tributaria Provinciale di Lecco ha accolto il ricorso limitatamente alle annualità 2006–2009, non avendo per questi anni ravvisato il presupposto impositivo dell’autonoma organizzazione. In appello la CTR di Milano ha confermato il verdetto. Con il ricorso in appello l’Agenzia delle Entrate (AdE) ha lamentato l’erroneità della sentenza nella parte in cui i giudici non hanno considerato:

  • le spese per l’impiego “non occasionale” di lavoro altrui;

  • il “rilevante valore dei beni strumentali”, che eccedevano il minimo indispensabile per l’esercizio dell’attività.

Il MMG ha ribadito le tesi che hanno trovato riscontro nella decisione dei giudici di II grado perchè:

  • i costi esposti in dichiarazione erano quelli “necessari per dotarsi delle strumentazioni imposte al medico dall’ACN”;

  • la peculiarità della prestazione richiesta al MMG e l’impossibilità di delegare la propria attività, ne configura l’inserimento nel SSN come lavoratore parasubordinato pubblico.

La documentazione fiscale del MMG ha dimostrato la bontà delle argomentazioni, determinando l’accoglimento, sia pure parziale, del ricorso contro il silenzio rifiuto sull’istanza di rimborso IRAP, e ha evidenziato l’infondatezza del gravame dell’Ufficio. L'AdE ha limitato le proprie censure alla contestazione dell’impiego di lavoro altrui e al preteso “rilevante valore” dei beni strumentali all’esercizio dell’attività, non confutando le argomentazioni del MMG sulla qualità di lavoratore parasubordinato pubblico. Quindi l’affermazione della AdE sull’esistenza di un’autonoma organizzazione caratterizzante l’attività liberoprofessionale del MMG si è risolta in una mera affermazione di principio, determinando il rigetto dell’appello, con spese a carico dell’AdE, in quanto le questioni trattate sono state oggetto di numerose pronunce univoche della Cassazione, che ha chiarito che il requisito dell’autonoma organizzazione è indispensabile per legittimare il prelievo nei confronti del MMG (da ultimo, Cass. Civ. Sez. VI -5, Ord., 11.01.2013, n. 675).


Cordiali saluti

IL SEGRETARIO PROVINCIALE

Dott. Brunello Gorini



La presente lettera contiene informazioni di carattere confidenziale rivolte esclusivamente agli iscritti della FIMMG di Treviso. Uso e/o diffusione e/o distribuzione e/o riproduzione da parte di qualsiasi soggetto sono vietati e saranno perseguiti ai termini di legge.